News

 

Il Contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) a portata di mano in ogni momento: l’industria alberghiera e della ristorazione lancia una propria app
> più... (PDF 113 KB)

Salari minimi validi dal 1.4.2018
> più... (PDF 790 KB)

Opuscolo informativo rielaborato per la formazione di base e perfezionamento online
> più...
(PDF 112 KB)

Art. 13 Deduzioni salariali

  1. Dal salario si possono dedurre soltanto:

    • i contributi AVS/AI/IPG
    • i contributi AD
    • i premi assicurativi (art. 23 segg.)
    • i contributi secondo l'articolo 35 lettera h)
    • le spese per il vitto e l'alloggio
    • le imposte alla fonte
    • le prestazioni di risarcimento danni
    • gli anticipi sul salario
    • i rimborsi di prestiti e prestazioni derivate da simili contratti
    • i pignoramenti di salario ordinati da uffici d'esecuzione
    • le indennità in caso di mancato inizio o abbandono ingiustificati dell'impiego


    Sono fatte salve ulteriori deduzioni salariali obbligatorie previste dalla legge.

  2. Il diritto di dedurre dal salario del collaboratore i relativi contributi per l'AVS/AI/IPG/AD, l'assicurazione malattie, l'assicurazione contro gli infortuni nonché la previdenza professionale (salvo casi particolari) decade dopo due mesi.

> Commentario...